Farmacovigilanza

Per informazioni:
Servizio Farmaceutico
Responsabile Farmacovigilanza: Dott.ssa Alessandra Ballardini

Viale Duca degli Abruzzi, 15 - Edificio 2 - Brescia
tel. 0303839307 - fax 0303839317
e-mail Farmacovigilanza@ats-brescia.it

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le segnalazioni di reazioni avverse (ADR) rappresentano una fonte di informazioni per le attività di Farmacovigilanza.

Le ADR inserite nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) consentono di rilevare potenziali segnali di allarme relativi all’uso di tutti i farmaci disponibili sul territorio nazionale.

La Farmacovigilanza coinvolge a diversi livelli tutta la comunità: pazienti, prescrittori, operatori sanitari, aziende farmaceutiche, istituzioni.

L’evento segnalato riguarda una possibile associazione tra l’ evento stesso e il farmaco. La segnalazione non rappresenta una valutazione definitiva ma è utile, tramite la condivisione dei dati nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF), a confermare o meno l’associazione causale tra l’evento e il farmaco.

Le modalità di segnalazione delle sospette reazioni avverse ai medicinali sono reperibili sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco al seguente link:

http://www.aifa.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa

Se la segnalazione viene effettuata tramite scheda cartacea la stessa opportunamente compilata dovrà essere trasmessa al Responsabile Locale di Farmacovigilanza al seguente indirizzo mail: Farmacovigilanza@ats-brescia.it

Sarà cura del Responsabile Locale di Farmacovigilanza provvedere all’inserimento delle segnalazioni di sospette reazioni avverse nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza. In questo modo sarà realizzato un costante e continuo monitoraggio delle reazioni avverse e della sicurezza d’uso dei medicinali.

Per le motivazioni sopraesposte si coglie l’occasione per ribadire l’importanza della segnalazione delle sospette reazioni avverse da farmaci, quale strumento indispensabile per confermare un rapporto beneficio rischio favorevole nelle reali condizioni di impiego.

 

Ultima modifica: 24/06/2019